You are here
Home > Sport >

Nelson Mandela: “Lo sport ha il potere di cambiare il mondo”

«Lo sport ha il potere di cambiare il mondo, ispira e unisce le persone come poche altre cose riescono a fare. Parla ai giovani in una lingua che essi comprendono. Lo sport può creare speranza là dove prima c’era solo disperazione. Ha più potere dei governi nel rompere le barriere razziali. Irride ogni tipo di discriminazione».

Parole che hanno segnato un’epoca e che ancora oggi risultano attuali, pronunciate da Nelson Mandela il 25 maggio 2000 in occasione della cerimonia inaugurale dei Laureus World Sports Awards. Quella sera al fianco di Mandela c’era la legenda degli All Blacks Sean Fitzpatrick, oggi presidente:

«Ho un ricordo molto vivido di quella sera. Ero accanto al grande uomo che era Nelson, sul palco della prima edizione degli Laureus Awards a Montecarlo – ha dichiarato il rugbista neozelandese –  Le sue parole quella sera trascesero lo sport. Ci sfidò a usare la nostra piattaforma e tutto quel che avevamo imparato dallo sport per esercitare un impatto positivo sui giovani del mondo. Adesso che entriamo nel nostro terzo decennio di attività, il ruolo che lo sport può svolgere all’interno della società è più potente che mai e come organizzazione siamo impegnati a continuare a tenere viva l’eredità lasciataci da Mandela per i prossimi vent’anni e non solo».

Nel giorno del 20° anniversario, sono molti gli sportivi che hanno voluto ricordare il ruolo fondamentale che Nelson ha avuto tutti gli sport.

La campionessa americana di tennis Serena Williams ha vinto per cinque volte il premio: «Ero lì quella sera, fu un’esperienza davvero straordinaria e una svolta sostanziale nella mia vita. Mandela pronunciò che non importa il colore della pelle, si può comunque essere i migliori».

Novak Dokovic, tennista serbo premiato per quattro volte come sportivo dell’anno, ha dichiarato: «Nelson Mandela era una di quelle persone che illuminava sempre ogni situazione. La sua forza di fare un passo avanti e lottare per ciò che è giusto è qualcosa che motiva e ovviamente ispira me e ogni persona nel mondo».

La ricorrenza cade nel mezzo della pandemia mondiale di Covid-19. A tal proposito, Laureus ha lanciato l’iniziativa Sport for Good Response Fund, offrendo un supporto alle organizzazioni che cercano di cambiare la vita dei giovani in tutto il mondo tramite lo sport.

«Sono certo che se il grande Nelson Mandela fosse qui oggi, sarebbe orgoglioso dei traguardi che abbiamo raggiunto sino a oggi. Stiamo vivendo un’epoca di incertezza senza precedenti. Avevamo sperato di poter festeggiare il percorso fatto da Laureus Sport for Good negli ultimi vent’anni e invece ci troviamo a doverci focalizzare su qualcosa di diverso – ha dichiarato Edwin Moses, presidente di Laureus Sport for Good – Attraverso lo Sport for Good Response Fund continuiamo a sostenere i nostri programmi durante questa crisi, assicurandoci che siano pronti a rispondere alle problematiche delle loro comunità non appena si potrà tornare al lavoro in sicurezza».

Lascia un commento

Top