You are here
Home > Spettacoli >

Sanremo 2021. Niente pubblico all’Ariston

Sanremo 2021

Sanremo 2021

The show must go on anche se il prezzo da pagare è un Sanremo senza pubblico. La Rai ha deciso. È atteso per oggi il protocollo da presentare al Comitato Tecnico Scientifico che punterà tutto sulla messa in sicurezza del Teatro Ariston e degli spazi connessi. Niente figuranti in platea, nessun evento esterno né programmi collegati al festival che ogni anno nel periodo della kermesse caratterizzano il palinsesto. Un Sanremo (Profilo Twitter) a tutti i costi, diverso da quello a cui siamo abituati ma che non sarà snaturato. La Rai assicura “lo show ai telespettatori nel rispetto della musica e della storia del Festival” che resta previsto dal 2 al 6 marzo. Sanremo 2021 1La parola passa agli esperti che dovrebbero pronunciarsi tra mercoledì e venerdì ma che, in base alle prime anticipazioni del protocollo, sarebbero orientati a dare il via libera. Rivoluzionare il progetto originario per concentrarsi sulle serate all’Ariston. Questo l’oggetto di una lunga riunione tra l’azienda e il conduttore e direttore artistico Amadeus. Fantasia, immaginazione e proposte creative per compensare il vuoto della platea. L’esperienza e la professionalità della coppia Amadeus- Fiorello, saranno messe a disposizione di una nuova formula del Festival che punterà sullo spettacolo e sul rispetto per i teatri, il mondo della cultura che continuano a pagare caro il prezzo di questa pandemia.

“Mi pare una scelta orientata a perseguire la massima sicurezza, esattamente come abbiamo fatto annullando il palco di piazza Colombo o qualsiasi altro evento collaterale”.

Ha commentato il sindaco Alberto Biancheri.

Per evitare il rischio assembramenti, sono stati archiviati definitivamente la nave, immaginata all’inizio come “teca” di sicurezza per il pubblico  e il palco esterno a due passi dall’Ariston, che nelle ultime due edizioni ha attirato migliaia di persone. Un’edizione che avrà meno sponsorizzazioni e quindi meno introiti, si parla di diversi milioni di euro. A compensare però, i risparmi ottenuti riducendo in modo drastico gli invitati delle diverse trasmissioni che fanno da satelliti al festival durante tutta la sua durata.

“Il Festival di Sanremo è una manifestazione che sicuramente si organizzerà all’inizio del mese di marzo, siamo in attesa di ricevere dalla dirigenza Rai il piano di sicurezza in maniera tale che possiamo poi esprimerci con un nostro parere circa la modalità di fruizione dell’evento”.

Ha spiegato a Radio1 Fabio Ciciliano, segretario del Cts che riguardo all’ipotesi del rinvio a fine aprile, circolata nei giorni scorsi per scongiurare un eventuale posizionamento della Linguria in zona arancione, ha aggiunto:

“Non penso che ci sarà uno slittamento. Si tratta semplicemente di analizzare con precisione quelle che sono le attività del Festival all’interno del teatro Ariston e soprattutto all’esterno”.

Sanremo 2021 aristonLa manifestazione è di Sanremo. “Il Festival e la città sono due realtà indissolubili”, avverte il sindaco, respingendo al mittente l’opportunità, suggerita dal ceo di Fimi Enzo Mazza in un’intervista al Corriere della Sera, di spostare l’evento fuori dall’Ariston o altrove, come nel Forum di Assago. Un’idea che il governatore della Liguria Toti ha definito “assolutamente folle”.

Quest’anno il Festival sarà un evento esclusivamente televisivo. Amadeus, che non ha mai avuto intenzione di mollare, ha provato in tutti i modi, pur in una situazione di emergenza sanitaria che richiede la massima attenzione, a non rinunciare al pubblico. Così non potrà essere e adesso si aspetta la decisione finale del Cts.

Sanremo 2021, Sanremo 2021 Sanremo 2021 Sanremo 2021 Sanremo 2021 Sanremo 2021 Sanremo 2021

Leggi anche:

Biden E Harris Hanno Giurato: “La Democrazia Ha Prevalso”.

Lascia un commento

Top