You are here
Home > Senza categoria >

Formula Uno e Motomondiale organizzano la nuova stagione

La nuova stagione di Formula Uno e Motomondiale è ormai alle porte. Questa mattina è stato ufficializzato il calendario delle quattro ruote, mentre entro fine mese sarà reso noto anche l’elenco dei Gran Premio delle moto. Nel 2020 i rispettivi campionati si sono conclusi nonostante una prima sospensione dovuta alla pandemia del Covid19. Anche nel 2021 il calendario sarà pesantemente influenzato dall’emergenza sanitaria, con gare cancellate e conseguente rimodulazione delle tappe. Nelle due ruote protagonista assoluto sarà ancora Valentino Rossi, che a 41 anni e a distanza di 20 anni dall’esordio nella categoria, sarà in gara con il nuovo team della Petronas.

  •  Formula Uno

Il pilota da battere è sempre lui, Lewis Hamilton. Il binomio con la Mclaren è un’accoppiata perfetta che sembra non aver rivali: da ormai quattro anni il pilota britannico e la scuderia tedesca trionfano nelle rispettive classifiche iridate. Il 2020 è stato l’anno in cui Hamilton ha superato Micheal Schumacher nelle vittorie, ben 95.

Per il calendario della nuova stagione è stata confermata la rivoluzione per la fase iniziale, con lo slittamento del GP d’Australia al prossimo autunno. Va chiarito che le tappe potrebbero esser modificate in corso a seguito dell’evoluzione della pandemia. Il Mondiale avrà inizio il 28 marzo in Bahrain (preceduto dall’unica sessione di test precampionato) e sarà un anno da primato con la previsione di  ventitré appuntamenti. Definitivamente abolito il GP del Vietnam e con ogni probabilità cancellata per il secondo anno consecutivo la tappa di Shanghai. Tornerà il Gran Premio di Imola: in Romagna si correrà il 18 aprile con denominazione dell’evento ancora TBC, visto che Monza è confermata come Gran Premio d’Italia il 12 settembre.

  •   Motomondiale

Valentino Rossi a 41 sarà ancora protagonista nel mondo delle moto, ma la nuova stagione si trascina un grosso interrogativo: il ritorno di Marc Marquez. Il campione spagnolo ha praticamente saltato l’intera stagione 2020 a causa della frattura dell’omero procurata nella prima gara stagionale. Senza Marquez, è stato un campionato equilibrato che ha visto trionfare alla penultima gara il pilota della Suzuki Joan Mir. Marquez è in forte dubbio per l’inizio della stagione: la frattura dell’osso non è ancora guarita e al momento sembra utopia pensare alla sua presenza all’esordio stagionale, ancora non fissato a causa dell’aggravarsi dell’emergenza Covid19.

Entro la fine di gennaio il calendario MotoGP 2021 dovrebbe essere delineato. I Gran Premi di Austin e di Rio Hondo, in programma a metà aprile, sono destinati all’annullamento a causa dell’emergenza Coronavirus.  A quel punto scatterebbe il piano B della Dorna: doppio appuntamento in Qatar (28 marzo e 4 aprile) e GP di Portimao a seguire (25 aprile?). Difficile al momento prevedere un Gran Premio in Oriente visto l’aumento dei contagi. Resta da capire se la MotoGP potrà approdarvi in autunno, molto dipenderà dalla campagna vaccinale a livello mondiale. Per sopperire a questa mancanza, Dorna ha in mente di approdare per la prima volta in Russia, all’Igora Drive nei pressi di San Pietroburgo.

Lascia un commento

Top