You are here
Home > Senza categoria >

Covid19, il contagio non rallenta

Il Covid19 non rallenta la sua corsa. Seppur si registrano meno positivi in 24h (ma con oltre 40mila tamponi in meno effettuati), il rapporto tamponi-positivi sfiora il 18%. E in settimana sono attese nuove ordinanze del ministro della Salute Speranza.

  • Il bollettino

I nuovi positivi sono 27.354 su 152.663 tamponi effettuati. Ieri i contagi sono stati 33.979 su 195.275 test. 504 i decessi rispetto ai 546 del giorno precedente. Altre 70 persone in terapia intensiva: attualmente sono 3.492. I guariti sono 9.376, mentre il totale delle persone al Covid in Italia sono 712.490.

  • Zone rosse

Le tre regioni più in difficoltà sono già state dichiarate zone rosse: l’area più colpita rimane la Lombardia con 4.128 casi, seguita da Campania (+4 079) e Piemonte (+3.476). Nell’elenco delle zone in lockdown figurano anche Valle d’Aosta, Alto Adige, Toscana e Calabria. In questi territori vige il divieto di qualsiasi spostamento salvo motivi di salute, necessità o urgenza, debitamente dichiarati con autocertificazione.

  • Zone arancioni

Le attuali regioni in zona arancione sono: Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo, Puglia, Basilicata e Sicilia. L’andamento della curva epidemiologica di questa settimana sarà decisiva per eventuali restrizioni. L’ Abruzzo già da mercoledì 18 novembre diventerà zona rossa: lo ha annunciato oggi il presidente Marco Marsilio. Nelle zone arancioni lo spostamento è consentito soltanto sul territorio comunale. Occorre l’autocertificazione per varcare i confini del proprio comune di residenza.

  • Zona gialla

Rimangono zona gialla Trentino, Veneto, Lazio, Molise e Sardegna. In zona gialla non ci sono divieti agli spostamenti, mentre il coprifuoco su tutto il territorio nazionale rimane fissato alle 22.

Lascia un commento

Top