You are here
Home > Politica >

Spostamenti tra Comuni. Governo: sì a Natale e Capodanno

Spostamenti Comuni

Spostamenti tra Comuni, il Governo fa dietrofront su una delle norme più contestate dell’ultimo Dpcm. L’obiettivo è permettere alle famiglie di trascorrere insieme i giorni di festa e allora sì agli spostamenti a Natale e Capodanno ma si sta valutando il limite provinciale. Il quadro non è ancora definito, Boccia e Speranza insistono sulla necessità di non cadere in imprudenze e sprecare tutti i sacrifici fatti fino a ora. Il rischio più grande sarebbe quello di ripetere l’errore della scorsa estate e ritrovarci con un’impennata di casi da Covid-19.

Abolizione della norma, questa la mozione del centrodestra che verrà discussa in aula il 16 dicembre. In previsione di ciò la Casellati ha convocato per lunedì prossimo la conferenza dei capigruppo. Esecutivo diviso, pressioni dell’opposizione e di numerosi sindaci e governatori tra cui Toti, Cirio e Fontana  sono tra i motivi che hanno portato Conte a revocare il divieto e per il quale si è deciso di presentare al Parlamento un provvedimento di modifica al decreto già in discussione che regola gli spostamenti fino al 15 gennaio 2021.

Ok a spostamenti ma dentro la Regione

Il decreto entrato in vigore il 4 dicembre prevede il divieto di spostamento il 25 e il 26 dicembre e il 1° gennaio 2021. Rimane possibile il ritorno presso la propria residenza, il domicilio o l’abitazione. La richiesta, formalizzata negli ultimi giorni anche dal presidente dell’Unione delle province era che ci fosse «almeno una deroga all’interno del territorio provinciale». Quando arriverà la modifica rimarrà comunque in vigore il divieto di spostarsi tra le Regioni, anche se in fascia gialla.

Ipotesi piccoli Comuni

Tra le ipotesi valutate dal governo c’è quella di eliminare il divieto solo per i Comuni con meno di 5.000 abitanti. Questa non sembra possa essere comunque la soluzione, visto che la norma viene ritenuta troppo restrittiva e in ogni caso sarebbe complicato effettuare controlli. Per questo si fa strada la possibilità di un allentamento generale semmai limitandolo a livello provinciale.

Periodo di deroga

Altro tema della discussione, se limitare la deroga al giorno di Natale, lasciando il divieto in vigore il 26 dicembre e il 1° gennaio.  Anche questa ipotesi sembra accantonata perché rischia di essere superata dalla mozione del centrodestra che sarebbe approvata al Senato e che invece è estesa a tutti e tre i giorni. Per dare il via libera agli spostamenti si pensa dunque a un emendamento al decreto sul Natale oppure a quello sui ristori che potrebbe essere presentato dalla stessa maggioranza entro lunedì.

Spostamenti tra Comuni Spostamenti tra Comuni Spostamenti tra Comuni

Leggi anche:

DPCM Natale. Conte: “Novità Nel Pomeriggio”

Lascia un commento

Top