You are here
Home > Economia >

Reddito di emergenza, Inps chiarisce: «Serve Dsu valida per presentare la domanda»

I beneficiari del Reddito di Emergenza devono allegare alla domanda una Dichiarazione sostitutiva unica valida. A sottolinearlo è l’Inps, l’Istituto nazionale di previdenza sociale, tramite la circolare 69 del 3 giugno 2020.

Secondo quanto dichiarato sulla nota dall’Inps, molte delle richieste esaminate per il Rem erano incomplete e prive di una Dsu valida. Quindi, non sono richiesti soltanto i requisiti socio-economici previsti dalla legge, ma anche il modulo valido per il modello Isee, pena la non convalida della domanda presentata.

Cos’è il Reddito di emergenza

Il Reddito di emergenza (Rem) è il sussidio incluso nel decreto Rilancio varato dal Governo il 13 maggio scorso e si tratta di un contributo in favore delle famiglie più povere, trovatesi in difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid-19. L’importo varia da un minimo di 400 euro ad un massimo di 840 euro, in base alla composizione del nucleo familiare e alla presenza di un disabile grave adulto.

I requisiti per accedere al Rem

Possono accedere al Reddito di emergenza tutti i nuclei familiari che presentano un reddito inferiore al beneficio, un patrimonio mobiliare nel 2019 inferiore a 10mila euro e un Isee (attestato da una Dsu valida) inferiore a 15mila euro. Se il nucleo familiare presenta un solo adulto, l’importo sarà di 400 euro; se, invece, presenta tre adulti e due minori, l’importo sale a 800 euro, che possono diventare 840 nel caso in cui uno dei tre adulti è un disabile grave.

Come ottenere la Dsu valida

La Dsu è il modulo che consente di calcolare l’Isee, il quale è necessario per l’ottenimento del Rem. La Dichiarazione sostitutiva unica è l’aggiornamento dei dati sul nucleo familiare, consistenti in informazioni anagrafiche, reddituali e patrimoniali. Può essere compilata al Comune, nei Caf, nei patronati e sul sito dell’Inps. I dati sono in parte autodichiarati e in parte acquisiti dall’Agenzia delle Entrate e dall’Inps, con validità fino al 31 dicembre dell’anno in cui viene presentata.

Presentazione della domanda e scadenza della consegna

Le domande vanno presentate, corredate di requisiti socio-economici e Dsu valida, entro e non oltre il 30 giugno 2020. Queste vanno presentate online sul sito dell’Inps (autenticandosi con Pin, Spid di livello 2, Carta Nazionale dei Servizi o Carta di Indentità Elettronica), oppure nei Caf o negli istituti di patronato. Il Rem, una volta accettata la domanda attraverso la verifica, viene erogato per due mensilità a partire dal mese di presentazione.

 

Lascia un commento

Top