You are here
Home > Cronaca >

Operazione anti-usura dei Carabinieri nella Penisola Sorrentina: sei gli arresti

Sant'Antimo, i carabinieri arrestano 59 persone, foto generica in cui si vede una volante

Fornivano prestiti a tassi usuranti ai danni di piccoli imprenditori locali: arrestati.

Il Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Sorrento ha individuato un gruppo di usurai che agiva nella Penisola Sorrentina, in provincia di Napoli. Sei persone sono state arrestate per aver prestato denaro applicando interessi usurari, quattro uomini e due donne, di cui cinque originari di Vico Equense e uno di Castellammare di Stabia.

Per quattro membri della banda, il Gip ha disposto l’ordine di custodia cautelare in carcere; per una delle due donne, essendo risultata incinta, sono stati resi necessari gli arresti domiciliari, mentre per il sesto è stato applicato l’obbligo di presenza presso la polizia giudiziaria.

Le indagini, svolte dai Carabinieri della Compagnia di Sorrento e coordinate dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, avrebbero evidenziato, attraverso testimonianze, intercettazioni telefoniche e ambientali e il rinvenimento dei libri mastri con sopra riportati le cifre dei prestiti e i nominativi delle vittime, le azioni criminose degli indagati. Le cifre dei prestiti variavano da un minimo di 1.000 a un massimo di 20.000 euro circa, con un tasso di interesse del 10% mensile, e le vittime sarebbero sei piccoli imprenditori originari della Penisola Sorrentina.

La collaborazione di alcune delle vittime avrebbe permesso agli inquirenti di poter ricostruire i meccanismi dei prestiti usurari, potendo così risalire ai responsabili. Gli imprenditori versavano in gravi condizioni economiche a causa dell’epidemia da Covid-19 e ciò avrebbe portato gli stessi, ormai sull’orlo della disperazione, a rivolgersi agli indagati per risistemare i conti.

Su richiesta della Procura stessa, il Gip ha disposto, inoltre, il sequestro di beni mobili e immobili di alcuni degli indagati dal valore di circa 450.000 euro complessivi: un garage, un autovettura, due motocicli, tre conti correnti bancari, cinque libretti di risparmio bancari, quattro depositi di risparmio postali, due fondi banco posta e quattro carte di credito prepagate.

 

Lascia un commento

Top