You are here
Home > Cronaca >

Campania zona rossa, attesa per l’ordinanza dal Ministero della Salute

campania-zona-rossa-immagine-in-evidenza

Dopo un’analisi dei dati durata quasi tutta la giornata arriva il responso: la Campania scivola in zona rossa. Pochi dubbi dal Ministero della Salute e le autorità coinvolte nell’analisi dei dati statistici provenienti dalle regioni. A seguire la Campania c’è la Toscana. Nel giro di poche ore i presidenti delle regioni vedranno recapitarsi sulla scrivania l’ordinanza a firma di Roberto Speranza. Da allora ci saranno 48 ore di tempo per organizzarsi.
I 21 criteri che elaborano il responso sui colori non hanno risparmiato neanche l’Emilia Romagna, Friuli e Marche, che passano nella zona arancione.

Rinnovata la tensione tra la Giunta regionale della Campania e l’esecutivo giallo-rosso: «noi eravamo per chiudere tutto ad ottobre, per un mese, per avere una operazione di fermo del contagio e che ci avrebbe fatto stare tranquilli a Natale – tuona Vincenzo De Luca durante il consueto videmessaggio su Facebook del venerdì – da sempre abbiamo avuto una linea di rigore più degli altri, da soli. Il Governo ha fatto un’altra scelta, ha deciso di fare iniziative progressive, di prendere provvedimenti sminuzzati, facendo la scelta della cosiddetta risposta proporzionale, più aumenta contagio più prendiamo provvedimenti. Una scelta totalmente sbagliata, perché il contagio non aumenta in modo lineare, ma esponenziale».

Campania zona rossa, tensione tra Regione e Governo

Decisione sbagliata per De Luca, quella di dividere l’Italia in zone di rischio. Durante il videomessaggio ha altresì affondato il colpo sulla tenuta politica del governo guidato da Giuseppe Conte: «fatti salvi 3-4 ministri non è un governo, anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto in Italia. In queste condizioni meglio mandare a casa il Governo».

In un altro videomessaggio, questa volta del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, si rinnova l’appello per organizzare aiuti economici da indirizzati alle categorie più sfavorite dalle chiusure, tra cui i commercianti: «ora mi sento fortemente di chiedere al Governo, così come ho chiesto al presidente del Consiglio in una lettera indirizzata qualche giorno fa, ristori economici immediati perchè la città non può pagare sulla propria pelle una zona rossa che, se ci fosse stato sul piano sanitario un lavoro diverso nei mesi successivi al lockdown, poteva essere evitata».

Il punto sui contagi. Oggi in Campania sono stati elaborati 25.510 tamponi, risultano 4.079 positivi, 509 mostrano sintomi. Decedute 40 persone (tra il 7 e il 12 novembre) e guarite 878.

Lascia un commento

Top